web analytics

Prodotti – World Data Bus – cronotermostato multizona e multisonda

Descrizione
Il cronotermostato World Data Bus è un dispositivo progettato per la gestione ed il controllo della temperatura di uno o piu’ ambienti differenti; questo prodotto nasce per l’installazione in ambiti prettamente domestici, ma è possibile utilizzarlo dove le temperature non vadano al di fuori dei parametri consentiti in lettura (vedi dati tecnici). Il dispositivo permette il collegamento di piu’ sonde di temperatura, abbinabili a zone differenti; con un unico prodotto e’ possibile gestire fino a 4 zone diverse, ovvero un’abitazione di piccole/medie dimensioni; dispone inoltre di 2 ingressi digitali ed 1 uscita digitale, liberamente configurabili. Le sonde di temperatura installate, oltre alla gestione di piu’ ambienti, possono fornire anche un calcolo medio del valore proveniente da piu’ sonde, fornendo all’utente un dato piu’ accurato.

E’ costituito da un microcontrollore di ultima generazione inglobato in un circuito inscatolato, perfettamente isolato. Le ridottissime dimensioni lo rendono particolarmente adatto all’inserimento (distribuzione) presso le infrastrutture generalmente presenti nell’impiantistica elettrica tradizionale (scatole portafrutto, scatole di derivazione, ecc…). Le sonde di temperatura installate, oltre alla gestione di piu’ ambienti, possono fornire anche un calcolo medio di piu’ valori, garantendo un controllo climatico piu’ accurato.

 

Funzionalità
Il cronotermostato è in grado di svolgere autonomamente (senza l’uso di un master control) funzioni di rilevazione temperatura e controllo di elettrovalvole (distribuite su altri moduli) su una linea BUS. Ad ogni cronotermostato è possibile connettere due contatti puliti (pulsanti, interruttori, sensori di presenza, sensori biometrici, etc) e 1 attuatore in bassa tensione (relè di appoggio, led, microlampade di segnalazione, etc). I collegamenti avvengono tramite semplici fili di sezione minima consigliata di 0,5mm2 , lunghi fino ad un massimo di 100m. I cavi possono essere di tipo non schermato e la posa può avvenire nelle stesse canalizzazioni utilizzate per il trasporto della forza elettromotrice (fase e neutro). In caso di cavo schermato si consiglia di lasciare la calza libera da ogni collegamento.

Ogni ingresso è in grado di effettuare fino a 4 azioni. Ogni azione permette di mandare o un comando singolo verso un uscita, per un totale di 4 uscite, o mandare un messaggio di gruppo verso molte uscite (il massimo corrisponde al limite del sistema di 2040 uscite). Ogni uscita è dotata di logica propria e si comporta differentemente in base al comando ricevuto (vedi tipologie di uscita). Possono inoltre rispondere a comandi di gruppo per l’attivazione simultanea di più uscite distribuite sull’impianto.

I dispositivi sono collegabili tra loro (con topologia libera) tramite un BUS di comunicazione costituito da un cavo per l’alimentazione (VCC) uno per il transito dei dati (DATA, non schermato) ed un riferimento comune a tutto l’impianto (GND), tutti con sezione minima consigliata di 0.5mm2 . Sulla stessa linea BUS è possibile collegare fino ad un massimo di 255 dispositivi eterogenei, in grado di coprire una distanza dipendente dalla velocità di comunicazione.

 

Documentazione disponibile:
Scheda tecnica PDF