web analytics

Gewiss partner di AIDI per divulgare la cultura della luce

0

Divulgare la cultura della luce, un obiettivo o meglio una missione che Gewiss porta avanti da anni affiancando e supportando iniziative volte a sviluppare una sensibilità concreta verso l’importanza dell’illuminazione nella vita di tutti i giorni.

Anche quest’anno, infatti, l’azienda ha scelto di essere di nuovo al fianco di AIDI come partner sia del concorso internazionale “Riprendi-ti la città, Riprendi la luce”, giunto alla sua quinta edizione, che del Convegno nazionale AIDI. Il convegno, che si terrà il 17 e 18 maggio 2018 al Museo Maxxi di Roma, sarà anche il contesto in cui si concluderà il concorso con la cerimonia di premiazione dei vincitori.

Gewiss ha scelto di sostenere anche l’edizione 2018 per dare continuità ad un progetto che vede i giovani protagonisti del mondo di domani. Obiettivo dell’azienda, infatti, è creare una maggiore consapevolezza sull’importanza che l’illuminazione riveste nella vita quotidiana. La luce scandisce e condiziona ogni attimo della giornata, generando emozioni e sensazioni nell’essere umano. Per questo diventa fondamentale e prioritario comunicare i vantaggi che una buona illuminazione può offrire, educando il mercato a considerare la luce uno strumento imprescindibile per il benessere umano.

Quest’anno, inoltre, grazie all’organizzazione del Convegno nazionale AIDI, il tema della luce sarà affrontato in maniera molto ampia su diverse tematiche, dall’Illuminazione dei beni artistici e architettonici a quella nelle smart city, all’innovazione tecnologica e di approccio al progetto. Temi a cui Gewiss sta dedicando da anni molte risorse in termini di ricerca e sviluppo per l’implementazione di tecnologie sempre più raffinate e innovative che consentano di soddisfare qualsiasi esigenza in fase di progettazione illuminotecnica.

 

I giovani sono il traino di una cultura della luce che tutti noi, attori protagonisti di questo settore, siamo in dovere di diffondere; per questo siamo sempre più convinti che sostenendo iniziative come questa e facendo informazione di qualità, possiamo contribuire in maniera forte a creare un mondo migliore per tutti in qualsiasi contesto della nostra vita, da quello domestico a quello professionale, da quello urbano a quello artistico/culturale e molto altro ancora”, ha dichiarato Aldo Bigatti, Senior Advisor Lighting Strategy di GEWISS.

 

GEWISS, INNOVAZIONE DAL 1970

Lo sviluppo come costante della gestione è la filosofia che ha guidato le scelte di GEWISS dalla sua fondazione ad oggi. GEWISS è nata più di quarant’anni fa e sin dal primo giorno di vita la ricerca della qualità e lo sviluppo di soluzioni d’eccellenza sono stati i valori che hanno guidato ogni azione ed ogni scelta. Nel corso degli anni questa vocazione innovativa ha preso corpo in un modello d’impresa fondato soprattutto sui continui investimenti in Ricerca & Sviluppo.

La costanza nello sperimentare nuovi materiali e nuove tecnologie, la visione globale del concept illuminotecnico e la formalizzazione di estetiche riconducibili ai canoni inconfondibili del design italiano costituiscono la dimensione più intima e profonda delle soluzioni GEWISS per la luce. Un’alchimia perfetta che ha consentito a GEWISS di proporsi come partner globale nella realizzazione di sistemi d’illuminazione adeguati ad ogni ambiente, ogni spazio ed ogni luogo: GEWISS è infatti in grado di offrire soluzioni per l’ambito indoor e outdoor, per i contesti industriali, per gli edifici destinati al settore terziario (esercizi commerciali, edifici pubblici), per gli impianti sportivi, per l’illuminazione stradale ed anche per l’emergenza. L’offerta illuminotecnica GEWISS comprende proiettori architetturali, apparecchi d’arredo residenziale/urbano, proiettori in alluminio, armature stradali e incassi parete, suolo e modulari.

 

Per maggiori informazioni:

GEWISS Spa
Via A. Volta, 1
24069 CENATE SOTTO (BERGAMO)
Tel: +39 035 946 111
Fax: +39 035 946 250
pressrelations@gewiss.com
www.gewiss.com/

Print Friendly


Share.

Comments are closed.