web analytics

Controllare la qualità dell’aria con la domotica

0

Tecnologie intelligenti garantiscono un’ottima qualità dell’aria nell’abitazione  

Arieggiare in modo corretto gli ambienti è fondamentale per il benessere degli inquilini della casa. La smart home con le sue speciali funzionalità mantiene l’aria sempre pulita e previene la formazione di umidità e muffe. Quando si comincia a sottovalutare l’importanza di respirare aria pulita è il momento in cui cominciano a manifestarsi le prime macchie sulle pareti. Locali ad alto tasso di umidità – come cantine, seminterrati o bagni – costituiscono l’habitat ideale per l’insorgere di muffe, solitamente in prossimità di angoli freddi più soggetti a condensa.

Soprattutto in inverno diventa importante dare aria con regolarità agli interni. Non è infrequente, però, che durante la giornata non si trovi il tempo necessario, assorbiti come si è dal quotidiano. La casa connessa, quindi, è un alleato importante nella lotta contro le muffe: è lei che regola in autonomia la temperatura nei vari ambienti, mantenendo l’aria pulita in ogni stanza.

Aria fresca grazie a finestre intelligenti
Speciali sensori presenti nelle stanze informano gli inquilini sulla qualità dell’aria: a nessuno servirà più domandarsi se la cantina sia troppo umida o l’aria in casa viziata. Con una semplice app sullo smartphone gli inquilini possono anche controllare i livelli d’umidità in ogni stanza dell’abitazione.

Gli stessi sensori che misurano la qualità dell’aria e controllano le finestre, permettono al sistema domotico di arieggiare gli ambienti in autonomia. Gestire e personalizzare le varie funzioni smart home è semplice: ad esempio se l’umidità raggiunge un certo livello preimpostato, l’abitazione intelligente apre le finestre. “Le funzionalità dei vari dispositivi e degli impianti si possono regolare in maniera personalizzata e in ciascuna stanza separatamente“, puntualizza Hartwig Weidacher, amministratore delegato di myGEKKO | Ekon Srl.

La temperatura perfetta!
La temperatura in una stanza non dovrebbe mai essere inferiore al cosiddetto punto di rugiada, valore al quale il vapore acqueo presente nell’aria condensa sulle pareti. Per questo motivo sono gli angoli più freddi a dare più spesso problemi con la muffa. Un impianto di riscaldamento intelligente, mantenendo la temperatura costante negli ambienti, può aiutare a prevenire appunto la formazione di muffa. Seduti comodamente sul divano gli inquilini possono regolare riscaldamento e termosifoni o, con l’aiuto della myGEKKO Slide, impostare una temperatura diversa per ogni stanza della casa.

myGEKKO Slide

L’impianto di riscaldamento può inoltre essere collegato ai sensori che misurano la qualità dell’aria o a un sistema di ventilazione controllata decentralizzato. Il vantaggio di questa soluzione consiste nel fatto che così gli inquilini si limitano a definire valori indicativi di temperatura, umidità e qualità dell’aria, raggiunti i quali la centralina si attiva autonomamente, riscaldando e arieggiando le stanze secondo necessità. Un tale sistema è la gioia di tutta la famiglia – non solo dona maggior benessere a grandi e piccini, ma contribuisce anche ad abbattere i costi energetici: ”Quando le finestre sono aperte, la myGEKKO Slide abbassa i termosifoni che, consumando meno, risparmiano energia e quindi denaro“, spiega l’esperto di domotica Weidacher. Così gli inquilini riducono progressivamente le spese, prevengono l’insorgere della muffa e fanno della loro casa un ambiente fresco e pulito, dove poter rilassarsi in ogni momento della giornata.

 

Per maggiori informazioni:
www.my-gekko.com/it

Print Friendly


Share.

Comments are closed.