web analytics

I dati alla velocità della luce: arriva il LI-Fi

0

Che cosa succederebbe se potessimo usare le tecnologie esistenti per dare l’accesso a Internet ai 4 miliardi di persone che vivono in luoghi dove le infrastrutture non possono sostenerlo?

Utilizzando i LED e le celle solari, Harald Haas e il suo team hanno sperimentato una nuova tecnologia che trasmette i dati utilizzando la luce. Una nuova frontiera che potrebbe diventare la chiave per colmare l’attuale divario digitale.

Il Futuro? Internet alla velocità della luce…
Ogni giorno la quantità di dati trasmessi cresce in maniera esponenziale, mettendo a dura prova le esistenti tecnologie wireless come il Wi-Fi, la rete 3G UMTS e il 4G LTE.

Gli esperti prevedono che entro il 2020 saranno oltre 10 miliardi i dispositivi connessi, e che mensilmente si scambieranno circa 35 quintilioni di Byte (un quintilione equivale a 1 x 10^30, mentre un giga è pari a 1 x 10^9).

Dato che le attuali tecnologie potrebbero non essere sufficienti per supportare tale mole di dati, scienziati e ricerca si stanno concentrando sunuove tecnologie per la trasmissione wireless e, se gli studi in corso confermeranno i risultati ottenuti, il Li-Fi potrebbe diventare il successore ufficiale dell’attuale Wi-Fi.

Il Li-Fi, grazie alla luce, ci permetterà di ricevere e condividere i dati in maniera 100 volte più veloce delle attualmente in commercio tecnologie Wi-Fi, raggiungendo una velocità di 224 Gigabit.

Il Li-Fi
In occasione del TED Global, Harald Haas ha mostrato per la prima volta uno strumento capace di trasmettere dati grazie ad appositi LEDdichiarando che “tutto quello di cui avremo bisogno sarà inserire un microchip in ogni potenziale dispositivo di illuminazione per combinare le due funzionalità di illuminazione e trasmissione dati wireless“.

Il Li-Fi (Light Fidelity) è una tecnologia di comunicazione wireless bidirezionale, ad alta velocità simile al Wi-Fi.

Il Li-Fi, il cui termine è stato coniato da Harald Haas (professore dell’Università di Edimburgo), è una forma di comunicazione a luce visibile e un sottoinsieme delle comunicazioni wireless ottiche (OWC) e potrebbe essere un complemento alla comunicazione RF (Wi-Fi o rete cellulare), o anche un sostituto nel contesto della trasmissione dati.
Usando comunicazioni a luce visibile o infrarossa vicine allo spettro ultravioletto (invece di onde radio), parte della tecnologia di comunicazione wireless ottica, il Li-Fi trasmette molte più informazioni ed è stato proposto come soluzione alle limitazioni di banda RF.

Modulando (a velocità impercettibili dall’occhio umano) l’intensità di un singolo LED, la sua tecnologia riesce a trasmettere una grandissima quantità di dati in modo molto più efficiente, sicuro e diffuso rispetto alle tecnologie attuali.

Li-Fi su iPhone
Non sappiamo ancora quanto tempo ci vorrà per avere a disposizione questa tecnologia e neppure quanto ci vorrà per avere prodotti che ne supportino la funzionalità, tuttavia sembrerebbe che siamo più vicini di quanto si possa immaginare.

Non è di molto tempo fa, infatti, la notizia che nell’ultima versione di iOS ci sono già i riferimenti al Li-Fi e che il prossimo iPhone (iPhone7, che dovrebbe uscire in autunno) potrebbe essere già predisposto per questa tecnologia.
Se fosse davvero così, quella che fino ad ora era considerata una scoperta interessante e affascinante, ma ancora lontana dalla realtà quotidiana, potrebbe essere dietro alla porta, pronta a bussare per entrare nelle nostre case. Speriamo!

 

Dimostrazione DI Harald Haas sul Li-Fi

 

Per maggiori informazioni:

www.illuminotronica.it 

Print Friendly


Share.

Comments are closed.